le News
le News

titolo: IL BALLETTO DELLE NOMINE
data: 25.01.2019
autore: SINDACATO CARABINIERI U.N.A.C.
News:  
Servizi segreti, prefetti e Carabinieri, tutte le prossime nomine comandate dalla Politica. Governo nuovo, nomine nuove, sempre politicizzate. Puzzle di candidature e nomine in corso di definizione alla presidenza del Consiglio ed ai Ministeri dell’Interno e della Difesa. Fatti, nomi e rumors a cura di Gianfranco D’Anna, fondatore e direttore di Zerozeronews La nomina del Dirigente Generale della Polizia Tonino Bella a capo di gabinetto di Gennaro Vecchione, Direttore del Dis, il Dipartimento che coordina le agenzie di intelligence, potrebbe avviare il riordino delle Vice direzioni e degli assetti direttivi dell’Aisi e dell’ Aise. Al Viminale il mosaico delle nomine prevede l’avvicendamento di numerosi vertici della Polizia, Prefetti e Questori che stanno per superare i limiti d’età. Ecco il quadro, in base alle scadenze anagrafiche: Al Vice capo della polizia uscente Nicolò D’Angelo dovrebbe subentrare il Prefetto Vittorio Rizzi, Al Direttore Direttore delle specialità, Roberto Sgalla, potrebbe subentare l’attuale Questore di Reggio Calabria Raffaele Grassi, Per l’avvicendamento di Enzo Calabria, Capo della Segreteria del Dipartimento di Pubblica Sicurezza si fa il nome di Armando Forgione, già dirigente dell’Ispettorato di Polizia al Senato. Mentre per la successione del Vice capo Vicario della polizia Luigi Savina oltre alla candidatura di Antonio De Jesu, attuale Questore di Napoli si prospetta anche quella di Marcello Cardona, Questore di Milano. Meno anziano di De Jesu, Marcello Cardona è comunque il pole position per la nomina a Prefetto di un capoluogo di Regione. Per le Prefetture di Roma e di Napoli, al posto delle uscenti Paola Basilone e Carmela Pagano, le candidature più quotate sono quelle del capo del Dipartimento per l’immigrazione Gerarda Pantalone, e del Prefetto di Palermo Antonella De Miro. Ma in considerazione dei circa 14 mesi che le separano dalla pensione, la rosa dei candidati si sta ampliando. Nomine Arma dei Carabinieri Riguarda 28 tra generali e colonnelli il riassetto dei Comandi disposto dai Carabinieri. Queste le nuove destinazioni degli alti ufficiali dell’Arma, molti nomi li conosciamo per l'attività antisindacale contro questo Sindacato, come il Col. Arturo Guarino, il Gen.Aldo Iacobelli, il Gen. Roberto Riccardi, già direttore della Rivista Il Carabiniere che con proprie lettere firmate chiedeva sponsor pubblicitari a pagamento ad Aziende Pubbliche e Private e sarebbe incompatibile a qualsiasi incarico, il Gen. Fabrizio Parrulli, il Gen. Salvatore Cagnazzo, figlio del Presidente ANC della Campania, acerrimo nemico dell'UNAC, : Il generale Antonio Jannece al IV Reparto del Comando Generale il generale Canio G. La Gala alla Scuola Marescialli il generale Marco Minicucci al Comando Legione Lazio il generale Mariano Mossa vice al Comando interregionale ‘Pastrengo’ il generale Vincenzo Procacci vice al Comando interregionale ‘Vittorio Veneto’ il generale Giuseppe Brancati direttore coadiutore del Casd, Centro alti studi difesa il generale Vincenzo Paticchio al Racis, Raggruppamento investigazioni scientifiche il generale D. Cavallo al Dum, Divisione unità mobili il generale Aldo Iacobelli al PVA (Piemonte Val d’Aosta) il colonnello Stefano Iasson alla 2’ Brigata Mobile il generale Gerardo Iorio al Comando Tutela del lavoro il colonnello Salvatore Sgroi alla Scuola di perfezionamento – Affari generali il colonnello Riccardo Sciuto alla Direzione Centrale per i Servizi Antidroga il generale Andrea Rispoli al Comando presso il ministero degli Affari esteri il generale Roberto Riccardi al Comando Tutela patrimonio culturale il generale Fabrizio Parrulli alla Legione Veneto il generale Massimo Zuccher al Reparto Autonomo il generale Antonio Frassinetto alla Legione Friuli il generale Andrea Paterna alla Legione Calabria il generale Giuseppe La Gala al Comando Provinciale di Napoli il generale Salvatore Cagnazzo ai Carabinieri della Banca d’Italia il colonnello Arturo Guarino al Comando provinciale di Palermo il colonnello Antonino Neosi all’Ufficio Storico il colonnello Giuseppe De Liso all’Ufficio Cerimoniale il colonnello Antonio Di Stasio all’Ufficio Rappresentanza militare il colonnello Claudio Lunardo all’ufficio del Capo dello Stato Maggiore della Difesa il colonnello Stefano Paolucci all’Ufficio Bilancio.
® 2004-2019 tutti i diritti sono riservati all' U.N.A.C. Unione Nazionale Arma Carabinieri. E' severamente vietato la copia o l'utilizzo del materiale presente nel sito, senza l'autorizzazione della segreteria nazionale dell' U.N.A.C.