Ufficio Legale
Ufficio Legale

Data 30.03.2005
Titolo CONCORSO PER APP. CC.
Descrizione MINISTERO DELLA DIFESA CONCORSO 26 aprile 2005 Concorso interno, per titoli, riservato agli Appuntati Scelti per l'ammissione al quinto corso di aggiornamento e formazione professionale di trecentoquindici allievi vicebrigadieri del ruolo sovrintendenti dell'Arma dei Carabinieri. Decreta: Art. 1. Posti a concorso E' indetto un concorso interno, per titoli, riservato agli Appuntati Scelti, per l'ammissione al 5° corso di aggiornamento e formazione professionale di n. 315 allievi vicebrigadieri del ruolo sovrintendenti dell'Arma dei Carabinieri, di cui 10 riservati ai candidati che in possesso dell'attestato di bilinguismo previsto dall'art. 4 del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752 e successive modificazioni, ne facciano esplicita richiesta nella domanda. Art. 2. Requisiti 1. Possono partecipare al concorso gli Appuntati Scelti che non abbiano presentato, nell'anno 2005, domanda di partecipazione al concorso di cui all'aliquota del 30%, che alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande di cui al comma 1 del successivo art. 3, rivestano tale grado e: a) siano idonei al servizio militare incondizionato o siano stati giudicati permanentemente non idonei in modo parziale al servizio d'istituto. Coloro che temporaneamente non siano idonei saranno ammessi al concorso con riserva di accertamento del possesso della suddetta idoneita' alla data di inizio del corso di cui al successivo art. 8; b) abbiano riportato nell'ultimo biennio, in sede di valutazione caratteristica, una qualifica non inferiore a «nella media» o giudizio equivalente; c) non abbiano riportato, nell'ultimo biennio, sanzioni disciplinari piu' gravi della «consegna»; d) non siano rinviati a giudizio, ne' ammessi ai riti alternativi per delitto non colposo, ne' siano sottoposti a procedimento disciplinare da cui possa derivare una sanzione di stato, ne' siano sospesi dal servizio, ne' si trovino in aspettativa per qualsiasi motivo per una durata non inferiore a 60 giorni; e) non siano stati giudicati, nell'ultimo biennio, «non idonei all'avanzamento al grado superiore». 2. I requisiti suindicati debbono essere posseduti anche alla data d'inizio del corso. I vincitori del concorso che alla data di presentazione all'Istituto di Istruzione non siano idonei al servizio militare incondizionato per infermita' o per altre cause indipendenti dalla volonta' dei medesimi e non riacquistino l'idoneita' entro il termine di cui al successivo art. 8, comma 2, saranno esclusi dal concorso e potranno partecipare, a riacquistata idoneita' fisica, di diritto, per una sola volta, al primo analogo corso utile, purche' continuino a possedere i requisiti di cui al precedente comma 1. L'idoneita' al servizio militare incondizionato non e' richiesta per i vincitori che abbiano partecipato al concorso quali permanentemente non idonei in modo parziale al servizio d'istituto, di cui al precedente comma 1, lettera a). Art. 3. Domanda di partecipazione Le domande di partecipazione al concorso dovranno essere redatte esclusivamente sull'apposito modello, come il fac-simile in allegato 1, disponibile presso tutti i Comandi Carabinieri, e presentate al Comando del Reparto di appartenenza entro il termine di trenta giorni dalla data di pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. 2. Il concorrente deve compilare sottoscrivere il modello di domanda, dichiarando i titoli posseduti, tra quelli indicati al successivo art. 7 - comma 1, lettere a), c), d) ed f) - per i quali intende ottenere l'attribuzione dei punteggi. 3. L'errata o mancata indicazione degli altri dati richiesti e' causa di esclusione dal concorso, qualora non si provveda alla regolarizzazione entro un breve tassativo termine fissato dal Centro Nazionale di Selezione e Reclutamento dell'Arma dei Carabinieri. 4. La data di effettiva presentazione della domanda sara' attestata, nell'apposito spazio, dai rispettivi Comandi di appartenenza. Art. 4. Istruttoria delle domande ed esame dei requisiti I Comandi di Corpo provvederanno a: a) raccogliere le domande da inviare al Centro Nazionale di Selezione e Reclutamento con le modalita' che verranno comunicate con apposita circolare; b) acquisire la documentazione caratteristica, chiusa alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande con la motivazione: «per partecipazione al concorso per l'ammissione al 5° corso di aggiornamento e formazione professionale allievi vicebrigadieri del ruolo sovrintendenti» e matricolare; c) verificare il possesso dell'attestato di bilinguismo di cui al precedente art. 1, e dei titoli di cui al successivo art. 7, eventualmente dichiarati nella domanda; d) compilare le schede riepilogative dei titoli posseduti dai candidati, secondo il modello di cui all'allegato 2; e) far sottoscrivere, per presa visione ed accettazione, a ciascun concorrente la scheda riepilogativa redatta nei suoi confronti ed inviarla al Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri Centro Nazionale di Selezione e Reclutamento, secondo le disposizioni che verranno successivamente impartite. Art. 5. Esclusione dal concorso 1. Nelle more della verifica del possesso dei requisiti, la commissione esaminatrice di cui al successivo art. 6, potra' provvedere, comunque, alla valutazione dei titoli dei concorrenti. 2. I concorrenti che risultino, ad una verifica anche successiva, in difetto di uno o piu' requisiti, saranno esclusi dal concorso ovvero, se vincitori, esclusi dalla relativa graduatoria o dichiarati decaduti dalla nomina, con provvedimento motivato del Direttore Generale della Direzione Generale per il Personale Militare o di Autorita' da questi delegata. Art. 6. Commissione esaminatrice La commissione esaminatrice del concorso, che verra' nominata con successivo provvedimento del Direttore Generale della Direzione Generale per il Personale Militare o da autorita' da lui delegata, sara' composta da: a) un ufficiale superiore dell'Arma dei Carabinieri con il grado di Colonnello, presidente; b) un ufficiale superiore dell'Arma dei Carabinieri con il grado di Tenente Colonnello o Maggiore, membro; c) un ispettore dell'Arma dei Carabinieri con il grado di Maresciallo Aiutante Luogotenente, membro; d) un sovrintendente dell'Arma dei Carabinieri, con il grado di Brigadiere Capo, segretario. Art. 7. Formazione ed approvazione della graduatoria 1. La commissione di cui al precedente art. 6 formera' la graduatoria finale di merito sulle risultanze dei punteggi acquisiti in relazione al possesso dei seguenti titoli, secondo la tabella in allegato 3: a) per decorazioni e distintivi d'onore di cui agli allegati «C» ed «E» alla pubblicazione SMD-G 010 «REGOLAMENTO P LA DISCIPLINA DELLE UNIFORMI» Edizione 2002, fino ad un massimo di 6000 punti, limitatamente a quelle riportate nell'allegato 3. Per le medaglie e/o croci commemorative concesse per effettiva partecipazione in teatro d'operazioni a missioni militari, di pace o soccorso umanitario, il punteggio attribuibile per ciascuna missione e' 700 (anche nel caso in cui siano state attribuite entrambe le onorificenze). In presenza di piu' missioni, tale punteggio potra' essere incrementato fino al massimo di 2.100 punti; b) per qualifiche superiori a «nella media» o giudizio equivalente riportate in sede di valutazione caratteristica nel grado di Appuntato Scelto nell'ultimo quinquennio o periodo inferiore se di piu' recente promozione, fino ad un massimo di 5478 punti. Non saranno presi in considerazione i periodi non computabili ai fini della valutazione caratteristica (decreto del Presidente della Repubblica n. 213 datato 8 agosto 2002); c) per le promozioni straordinarie per meriti eccezionali e/o benemerenze d'istituto fino ad un massimo di 3500 punti; d) per encomi ed elogi, fino ad un massimo di 3350 punti; e) per l'anzianita' nel grado di Appuntato Scelto, 0,35 punti per giorno fino ad un massimo di 1750 punti; f) per titoli di studio superiori alla licenza media, fino ad un massimo di 1600 punti. Qualora non trascritto, il titolo di studio puo' essere certificato con dichiarazione sostitutiva completa di copia fotostatica di un documento di identita' del concorrente. In caso di possesso di piu' titoli di studio verra' preso in considerazione quello che da' titolo al maggior punteggio incrementale; g) per l'anzianita' di servizio 0,05 per giorno di servizio prestato nell'Arma (nel conteggio sara' incluso anche il periodo da allievo mentre saranno esclusi i periodi durante i quali gli interessati siano stati giudicati non idonei all'avanzamento nonche' i periodi di detrazione di anzianita' subiti per effetto di condanne penali o di sospensione dal servizio per motivi disciplinari, di aspettativa per motivi privati e per congedi per la formazione) fino a un massimo di 600 punti; Nella graduatoria saranno inseriti, in ordine di merito, preliminarmente i candidati di cui alla riserva prevista dall'art. 1, e successivamente, fino alla completa copertura dei posti, sempre in ordine di merito decrescente, tutti i rimanenti candidati, compresi coloro che hanno concorso per la predetta riserva e non hanno trovato utile collocazione nell'ambito della stessa. Questi ultimi saranno contrassegnati con apposita annotazione, in modo da poter essere individuati in caso di sostituzione. 2. I titoli di cui al precedente comma 1, saranno valutati solo se: a) posseduti alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande (registrati a matricola o accertati dalla Commissione del concorso mediante acquisizione di documentazione comprovante); b) dichiarati nella domanda di partecipazione al concorso, limitatamente a quelli indicati al precedente comma 1, lettere a), c), d) ed f), mentre quelli indicati alle lettere b), g) verranno acquisiti direttamente dalla documentazione personale. 3. A parita' di punteggio prevalgono, nell'ordine, l'anzianita' di grado, l'anzianita' di servizio e la piu' giovane eta'. 4. La graduatoria dei candidati sara' approvata con provvedimento del Direttore Generale della Direzione Generale per il Personale Militare. 5. La posizione in graduatoria verra' comunicata agli interessati a cura del Centro Nazionale di Selezione e Reclutamento. 6. I concorrenti utilmente collocati nella graduatoria saranno dichiarati vincitori ed ammessi a frequenta il 5° corso di aggiornamento e formazione professionale allievi vicebrigadieri del ruolo sovrintendenti. Art. 8. Presentazione al corso 1. I candidati utilmente collocati nella graduatoria finale di merito saranno avviati alla frequenza del 5° corso di aggiornamento e formazione professionale della durata di tre mesi, che avra' inizio nel mese di gennaio 2006. Il corso si svolgera' presso il 1° Reggimento Allievi Marescialli e Brigadieri in Velletri (Roma), secondo il programma riportato in all. 4. 2. I vincitori del concorso che non si presenteranno alla Scuola nel termine fissato saranno considerati rinunciatari e sostituiti dalla Direzione Generale per il Personale Militare, o autorita' delegata, entro i primi dieci giorni di corso, con altri candidati idonei ma non utilmente collocati in graduatoria, in ordine di graduatoria. Analogamente si dovra' procedere per la sostituzione dei concorrenti di cui alla riserva di posti prevista dall'art. 1, fissata dallo stesso articolo. La Direzione Generale del Personale Militare, o autorita' delegata, potra', comunque, autorizzare i vincitori - per comprovati gravi motivi, da preavvisare tramite il comando di appartenenza - a differire la presentazione fino al 7° giorno dalla data di inizio del corso. 3. La rinuncia alla frequenza del corso, espressa o tacita, e' irrevocabile. Art. 9. Destinazione a fine corso I militari che supereranno gli esami finali saranno inclusi nella graduatoria finale di merito e promossi al grado di Vicebrigadiere alla fine del corso. La successiva destinazione di servizio avverra' secondo le modalita' all'epoca vigenti. Il presente decreto sara' sottoposto a controllo ai sensi della normativa vigente e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. Roma, 21 marzo 2005 Amm. Sq. Mario Lucidi
® 2004-2020 tutti i diritti sono riservati all' U.N.A.C. Unione Nazionale Arma Carabinieri. E' severamente vietato la copia o l'utilizzo del materiale presente nel sito, senza l'autorizzazione della segreteria nazionale dell' U.N.A.C.